Page 1    

La grande differenza?

Page 2    

BARTHENAU Vigna S. Michele


Vigna KOLBENHOF


Vigna RECHTENTHALER SCHLOSSLEITEN


BARTHENAU Vigna S. Urbano


Vigna STEINRAFFLER


Vigna ROCCOL


Vigna PIRCHSCHRAIT

Page 3    

VIGNA

Solo la denominazione „Vigna“

garantisce la provenienza di un vino da una vigna

conosciuta anche nominativamente.

>Passa intro
 

Annata 2011

L’eccellenza ha bisogno di tempo

Grazie allo splendido andamento climatico , le uve dell’annata 2011 sono state vendemmiate nettamente piú tardi che in annate precedenti. Abitualmente, il tempo concede la maturazione fino a 100 giorni sul ceppo. In questa annata erano fino a 120, duranti i quali i frutti potevano lentamente e costantemente ben maturare in vigna.

Le uve della nostra vendemmia tardiva „Joseph“ hanno approffittato del sole autunnale, che sembrava non volere terminare mai, addiritura fino all’ultimo giorno di novembre. Solo allora abbiamo vendemmiato i grappoli appassiti e intaccati della muffa nobile. Grazie alle temperature notturne fresche e alla brina mattiniera, la muffa nobile ha avuto abbastanza umiditá per crescere ottimamente e poter penetrare così la buccia spessa, tipica del chicco di Gewürztraminer. Così poteva evaporare l’acqua contenuta negli acini e concentrare il contenuto zuccherino nonché l’aciditá.
Grazie al particolare carattere dei nostri terreni, le vigne hanno avuto abbastanza umiditá per nutrirsi anche durante lunghi periodi di siccitá.

Le varietá bianche, vendemmiate alla fine di agosto, inizio settembre, maturano in cantina sul lievito fine. Il lievito é il collaboratore preferito dell’enologo, poiché trasforma lo zucchero contenuto negli acini dell’uva in alcool. Per questa ragione e durante questa delicata fase della vinificazione, si curano particolarmente i suoi „aiutanti“. Finita la fermentazione, i lieviti, oramai morti, sedimentano sul fondo della botte. Comunque prima, per evitare che detti lieviti non vengano ammassati sul fondo della botte, vengono agitati settimanalmente. Questa cosidetta „Battonage“ fa in modo che i lieviti rimangono freschi e rilascino così preziosi aromi al vino. Cosí donano corpositá ed armonizzano gli aromi.

Giá da ora si prospetta l’esuberante bouquet dei vini bianchi annata 2011: il Pinot Bianco emane un delicato aroma di mele fresche, lo Chardonnay ricorda aromi della banana, il Pinot Grigio noci e frutti gialli, la cuvée de Vite profuma di sambuco. Il Gewürztraminer corrompe con i suoi intensi aromi di rose, lychee e frutti dolci che si accoppiano ad una delicata aciditá che rinfresca il palato.

L’evoluzione dei vini rossi si evolve in maniera talmente splendida, da poter acclamare fin d’ora un’annata spettacolare per le varietá Pinot Nero e Lagrein.
Quello che ci ha dato madre natura si sta evolvendo ora in cantina.
L’eccellenza ha bisogno di tempo!