Page 1    

La grande differenza?

Page 2    

BARTHENAU Vigna S. Michele


Vigna KOLBENHOF


Vigna RECHTENTHALER SCHLOSSLEITEN


BARTHENAU Vigna S. Urbano


Vigna STEINRAFFLER


Vigna ROCCOL


Vigna PIRCHSCHRAIT

Page 3    

VIGNA

Solo la denominazione „Vigna“

garantisce la provenienza di un vino da una vigna

conosciuta anche nominativamente.

>Passa intro
 

Vendemmia 2012 – „È finita la birra...!“

Chiunque avesse visitato, in vendemmia, qualche cantina, si é reso subito conto della vita frenetica esistente. Quest’anno non era così. Non solo per il quantitativo minore di uva vendemmiata a confronto degli anni passati, ma anche per il bel tempo autunnale che si é presentato del tutto rilassante. In estate comunque i segnali davano altri responsi.

In agosto, la temperatura si era stabilizzata per alcune settimane sulla soglia dei 40 ° e quì, in Alto Adige, abbiamo vissuto, nel vero senso della parola, settimane da sahara. Il timore per le nostre uve era evidente. Sole e caldo sono necessari per la maturazione, ma caldo continuo e cocente, può, alla lunga, danneggiare i grappoli. Probabilmente molti turisti in vacanza nelle nostre splendite terre si sono meravigliati, quando, all’inizio di settembre, abbiamo dato il benvenuto alle piogge agognate.

I nostri vecchi ceppi delle vigne hanno radici profonde e trovano pertanto l’umiditá necessaria anche in periodi di siccitá. Non per questo, quando ci vuole, pioggia e sole sono per noi vignaioli, della massima importanza. Grazie al „föhn“, tipico vento caldo del nord che iniziò a soffiare dopo la pioggia, i grappoli si sono subito asciugati. Se i grappoli dovessero rimanere bagnati a lungo, la muffa grigia la farebbe da padrona. Per fortuna questo venticello ha salvato „capra e cavoli“!

A questo punto si poteva dare il via alla vendemmia. Abbandonato il nervosismo da „pole position“, potevamo vendemmiare in pace e calma un vigneto dopo l’altro al meglio della maturazione. Ogni tanto il ritmo di vendemmia era fermato da qualche giornata di pioggia, ma grazie ai grappoli sani, la leggera brezza e le nottate fresche, ogni problema era risolto. Il grande vantaggio dei nostri vigneti, collocati in collina attorno ai nostri storici masi Barthenau, Yngram, Kolbenhof, Steinraffler e Cereseto Superiore, é quello, che l’acqua, invece di essere assorbita e stagnare nel terreno, defluisce a valle lasciando solo il quantitativo sufficiente per mantenere l’uva sana e sufficientemente idratata.

„È finita la birra...!“

Durante una frenetica vendemmia possono accadere anche tanti imprevisti e notizie allarmanti che di solito hanno un tono leggermente piú preoccupante e condizionato dallo stress. Quest’anno era differente, e l’annuncio della „birra finita“ non ci ha agitato più di tanto.

Ricorderemo a lungo la „calma“ vendemmia 2012: frenesia contenuta, tempi di raccolta ottimali per tutte le varietá, nervi saldi e poco tempo perso davanti al computer per controllare le previsioni meteorologiche! L’ordine di vendemmia secondo le differenti varietá si é svolto nell’ordine di: Pinot Grigio, Sauvignon, Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero, Gewürztraminer, Lagrein, Schiava, Merlot, Cabernet.

La qualitá dell’annata 2012? Buona? Ottima? Eccellente?

Le prognosi anticipate sono dei sognatori. Al momento l’unica prognosi certa é quella della quantitá: manca all’appello circa il 15% di uva. Speriamo nella comprensione dei nostri stimati clienti e appassionati, se durante il 2013 dovremmo apportare dei tagli ai quantitativi ordinati. Diamo ora ai vini il giusto tempo per maturare in cantina e lasciamo lavorare in pace i lieviti fini (vedi Mailing di Luglio).

Grazie alla nostra lunga esperienza ora vogliamo svelare solo una cosa: i segnali di un’ottima annata sono tanti!

Vi terremo informati!