Vigneti storici

Ogni buon vino nasce nella sua vigna. Si parla pertanto di vini eccellenti, vinificati dalle uve più nobili maturate in esposizioni speciali, attentamente e rigorosamente vendemmiate a mano grappolo per grappolo, per garantire la massima qualità di ogni acino.

Queste uve della tenuta Hofstätter nascono in vigneti che sono strettamente legati alla loro storia. Furono tre viticoltori a intuire nel corso degli anni il potenziale di queste particelle e a segnare così il successo della tenuta. A questi pionieri sono dedicati tre vini e il loro nome riportato in etichetta ne è testimone. Roccolo,  Pirchschrait e la  Rechtenthaler Schloßleiten incarnano le caratteristiche e le peculiarità del posto dove sono nati, caratteristiche che sono riconoscibili nel gusto del vino.

VIGNA ROCCOLO – PINOT NERO

Nella vigna “Roccolo”, parte della tenuta Barthenau sull’altopiano di Mazon, matura il grande Pinot Nero da viti ultrasettantenni ancora a Pergola. La vendemmia viene fatta sempre a mano ed il vino vinificato separatamente matura in piccole botti di rovere.
Ne esce un vino elegante e complesso con fine acidità – spina dorsale di ogni Pinot – espressione di classe superiore che affonda le proprie radici in quel di Mazon.
Colpo di fortuna. Fu un colpo di fortuna, che alla fine degli anni 30, il nonno paterno di Martin Foradori Hofstätter, attuale titolare, acquistò dai discendenti di Ludwig Barth, tre masi con terreni annessi. Allora si coltivava un po’ di tutto: frutteti, campi di mais e frumento, tabacco e solo in piccola parte la vigna. In un posto particolare e tranquillo c’era anche un roccolo dove si praticava la tradizionale uccellagione.

Tutto è rimasto come allora, un angolo incantevole, panoramico e tranquillo. Questi tradizionali posti si trovavano e si trovano in posti tranquilli dove gli stormi di uccelli possono sostare in tranquillità.
Così come allora, Mazon ancora oggi è rimasto un luogo tranquillo ed intatto. Il nome storico “Roccolo” documenta ora l’origine di questo nuovo Pinot Nero, Cru della cantina Hofstätter.
Ludwig Barth von Barthenau. Poco più a metà 800, Ludwig Barth, professore di chimica con cattedra a Vienna e con grande innata passione per il vino, fondò l’omonima tenuta a Mazon, introducendo lì, per la prima volta il Pinot Nero.
Fu una scelta lungimirante e felice, che ha rilevato subito i terreni ideali sul versante est della Valle dell’Adige per coltivare questo vitigno. Oggi, Mazon, non solo è la zona più adatta alla coltivazione del Pinot Nero in Alto Adige, ma è anche sinonimo di eccellenza in Italia.

VIGNA PIRCHSCHRAIT – GEWÜRZTRAMINER

Il Gewürztraminer è un vitigno estremamente sensibile alle condizioni climatiche, in particolare alla temperatura. Con ciò, il maso Kolbenhof, sito in collina sopra a Tramin – Termeno in frazione di Sella, garantisce la crescita e la maturazione ideale. Qui i vigneti sul versante occidentale della Valle dell’Adige vengono riscaldati fin dal primo sole del mattino, per essere rinfrescati di sera dai venti che scendono dalle montagne sovrastanti.
Emozioni sensoriali. Non solo la maturazione in bottiglia, ma anche quella in botte, dove il vino può manifestarsi nella sua pienezza, gli regala ulteriore ricchezza aromatica.
Lo dimostrano le vecchie bottiglie della famiglia Foradori Hofstätter della loro cantina personale. Quali uniche sensazioni!
Il Gewürztraminer Pirchschrait dopo dieci anni di maturazione sui propri lieviti in botti da 500 litri, sviluppa grande intensità senza perdere la sua freschezza. I lieviti inoltre conferiscono al vino aromi di pane tostato, nespole, miele e frutta secca. Il Gewürztraminer Pirschschrait esplode in un gioco di sapori.
Konrad Oberhofer. Il Gewürztraminer della vigna Pirchschrait, parte del maso Kolbenhof, è un omaggio al nonno materno di Martin Foradori Hofstätter, Konrad Oberhofer. Fu lui che già negli anni 30 vinificava separatamente le uve dei singoli vigneti. Aveva intuito con lungimiranza il concetto di “Vigna”, specchio della caratteristica pedoclimatica di ciascun vigneto.

VIGNA RECHTENTHALER SCHLOSSLEITEN – GEWÜRZTRAMINER VENDEMMIA TARDIVA

Proprio a fianco del Kolbenhof, esposta a sud, si trova la particella di un altro nobile vigneto, dal catasto “Vigna del Castello di Rechtenthal”. Il segreto di questo vigneto, estremamente ripido, è il particolare microclima. Questo garantisce condizioni uniche di calore mattutino e fresco notturno con i venti che scendono dal Monte Roen attraverso la valle del Rio Inferno.

Intensità. Questa vendemmia tardiva vien fatta a Novembre inoltrato. Tutto il raccolto si cura a mano con attenzione ai delicati grappoli sovramaturi. Gli acini ormai secchi come uva passita, vengono pressati ed il mosto vinificato da al vino il tipico colore dorato ed un intenso sapore di aromi di frutta esotica. Sono aromi di vendemmia tardiva, rari profumi intensi della natura.

Josef Hofstätter. Quando, ottanta anni fa, Josef Hofstätter acquistò il maso Kolbenhof dai precedenti proprietari, facevano parte anche i terreni ripidi sovrastanti del Castello di Rechtenthal. Nel corso dei decenni dopo vari passaggi di proprietà, nel 2007 Martin Foradori Hofstätter ha riacquistato le particelle per complessivi tre ettari. Questo Gewürztraminer, vendemmia tardiva, è un omaggio a Josef Hofstätter.

Barthenau_korr
La tenuta Barthenau
ludwig-barth-von-barthenau
Ludwig Barth von Barthenau
konrad-oberhofer
Konrad Oberhofer
josef-hofstaetter
Josef Hofstätter