UNO SGUARDO ALLA VENDEMMIA

L’annata 2020 rivela già il suo potenziale!
In questo anno complesso, la natura ha dato il meglio di sé. La vendemmia 2020 ha registrato un’ottima qualità delle uve.

Il fantastico clima di fine estate, durato settimane, ha garantito le condizioni ideali per la maturazione degli acini. La raccolta è iniziata nei primi giorni di settembre. Le prime ad arrivare in cantina sono state le nostre uve Pinot Grigio e Chardonnay, coltivate nell’area di Termeno.

In seguito, tutta la nostra attenzione si è concentrata sul Pinot Nero della tenuta Barthenau, a Mazon, sulla sponda opposta della Valle dell’Adige.  Questa delicata varietà con bucce sensibili ha rivelato un perfetto equilibrio tra la giusta maturazione e un’elegante acidità, promettendo di essere una delle punte di diamante di questa annata.

Il meticoloso lavoro manuale svolto in vigna durante tutto l’anno è stato ripagato ancora una volta. Nemmeno le piogge autunnali, talvolta abbondanti, hanno potuto compromettere la qualità dell’uva. Foglie sane e terreni fertili ci hanno consentito di attendere la maturazione ottimale prima di procedere con la raccolta.  Per la prima volta, l’accurata selezione degli acini di Pinot Nero, solitamente effettuata manualmente, è avvenuta attraverso un sistema di selezione ottica completamente automatizzato. Il risultato ha più che superato le nostre aspettative e ci ha concesso di compiere un altro importante passo avanti nel nostro costante impegno per la qualità.

Completata la vendemmia del Pinot Nero, è giunto il momento di dedicarci al Pinot Bianco. Anche per questo nobile vitigno a bacca bianca le prospettive sono di altissimo livello: conclusa la fermentazione in botti di legno, l’annata 2020 rivelerà tutta la sua armonica eleganza. Verso la fine di settembre sono giunte in cantina anche le uve Gewürztraminer coltivate nei ripidi pendii e nei terrazzamenti del Kolbenhof. I mosti, profumati e intensi, hanno espresso sin da subito il loro enorme potenziale. Nello stesso periodo, abbiamo raccolto anche Lagrein, Merlot e Cabernet Sauvignon.  L’estate, calda al punto giusto, ha consentito un equilibrato sviluppo di queste varietà, regalandoci grappoli perfettamente maturi e sani.

Più tardiva la vendemmia tra i filari d’alta quota della tenuta Oberkerschbaum e di Maso Michei. Con le loro condizioni estreme, i vigneti hanno potuto beneficiare delle soleggiate giornate autunnali. L’aroma deciso e inconfondibile e la potente acidità del Sauvignon si esprimono al meglio a queste altitudini.

Maso Michei ha svelato, ancora una volta, la classe e il potenziale del Müller Thurgau. A lungo sottovalutato, su terreni aridi e calcarei questo vitigno matura con eleganza dando vita a un vino bianco ricco di nuance aromatiche, con una mineralità equilibrata.  Anche il Pinot Nero, coltivato tra queste vette, riesce a stupire e ci riserverà una sorprendente novità.

Oltre confine, in Mosella, l’annata 2020 promette ottimi Riesling, minerali e secchi. Dopo l’estate arida e calda che ha caratterizzato l’area della Saar, per iniziare la raccolta abbiamo dovuto attendere con pazienza e coraggio la fine delle piogge autunnali. Nonostante il clima, nei nostri vigneti di Ockfen e Saarburg le uve sono giunte alla vendemmia mature e sane.

Kolbenhof Spaetlese Gewuerzer Lese -1013